LA DEPRESSIONE D'ISLANDA FARÀ

IL "BELLO E IL CATTIVO TEMPO"

Martedì 16 gennaio ore 22:00

vento2Nei prossimi giorni l'intera nostra penisola verrà interessata da correnti mediamente occidentali, a parte un'accentuata ondulazione nella giornata di domani (mercoledì) quando si disporranno da nord-ovest. Correnti che saranno convogliate da un'ampia e profonda depressione posizionata sull'Islanda e che ingloba l'intero comparto centro-settentrionale dell'Europa, fino a spingersi sui Balcani. Pressione elevata invece sulla Russia Europea e sul vicino Atlantico dove è presente l'Anticiclone delle Azzorre. Nel corso del fine settimana,
la depressione islandese subirà una rotazione anti-oraria disponendo il suo asse in senso meridiano tale da favorire l'inserimento di aria fredda di origine polare marittima sul bacino centro-orientale del mediterraneo. Aria fredda che scivolerà lungo il bordo orientale dell'alta pressione delle Azzorre e che, probabilmente, darà luogo alla formazione di una depressione sui nostri mari determinando un peggioramento a carattere freddo.
 
Sulle mappe di seguito riportate, elaborate dal centro di calcolo statunitense, possiamo apprezzare tale evoluzione partendo dalla giornata di domani (mercoledì 17). Osservate come l'allungo della depressione verso i Balcani favorirà la disposizione delle correnti sulla nostra regione da nord-ovest.
161171

A seguire (giovedì) il flusso sulla nostra regione ritornerà occidentale a causa della leggera rotazione anti-oraria del vortice, mentre sull'Atlantico l'Anticiclone tenterà di espandersi verso nord. Manovra che si compirà solo parzialmente e che nel corso della giornata di venerdì favorirà la penetrazione dell'aria fredda sulla nostra penisola, ad iniziare dalle regioni settentrionali, dove andrà a generarsi un minimo di pressione al suolo.

161172
 
Sabato l'aria fredda inizierà ad interessare anche la nostra regione richiamata dalla depressione che scivolerebbe verso sud-est accompagnata dal fronte freddo.
161173
Le conferme della fase fredda che avrà inizio sabato e che si acuirà nella giornata di domenica (per parziale contributo continentale) giungono dall'analisi probabilistica elaborata con metodo ensemble prevista per la giornata di sabato. Osservate la convergenza dei clusters delle isoipse di 552 dam anche se - come è normale che sia - non è ancora chiara la posizione esatta dove andrà a formarsi il minimo di pressione. Ad ogni modo sul mediterraneo non vi è traccia di alta pressione la quale la ritroveremo ancora posizionata in pieno oceano atlantico tale da favorire la disposizione delle correnti da nord.
161174
Le domande sono queste: ma quanto freddo arriverà sulla nostra regione? Avremo precipitazioni? Saranno nevose? Ed eventualmente a quali quote? Tutte domande che al momento non si possono rispondere in virtù della delicata configurazione barica e delll'incertezza che aleggia intorno alla posizione e la traiettoria che assumerà la depressione che andrà a formarsi sui nostri mari a seguitro dell'entrata dell'aria fredda. Quello che posso dire è che si tratterà di un'ondata di freddo che rientra nella casistica del periodo invernale, senza particolari eccessi (come gelo e neve diffusa). Seguire i prossimi aggiornamenti!
 
Previsione
 
Mercoledì 17: cielo irregolarmente nuvoloso con possibilità di isolati piovaschi, specie nella prima parte della giornta e in modo particolare sui settori più occidentali della regione. Temperature in diminuzione, sensibile dal pomeriggio. Venti tra moderati e forti occidentali tendenti a disporsi da nord-ovest dal pomeriggio. Mare molto mosso o agitato, con possibili mareggiate.
 
Giovedì 18: poco nuvoloso ovunque e temperature in aumento; venti moderati occidentali e mare molto mosso con moto ondoso in diminuzione.
 
Se vuoi ricevere gli aggiornamenti in anteprima iscriviti al gruppo facebook; vai qui e clicca sul bottone iscriviti.
Giuseppe Stabile Copyright 2018 Meteocilento - Riproduzione Riservata

42166

 

Articoli recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per assicurarti la migliore esperienza di navigazione e per mostrarti messaggi pubblicitari personalizzati.
Per informazioni dettagliate sulla tipologia ed impiego dei cookie in questo sito web ti invito a cliccare sul tasto "Approfondisci".
Se si prosegue alla navigazione su questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.