ALMENO UNA SETTIMANA CARATTERIZZATA

DA CALDO INTENSO

Domenica 29 luglio ore 22:00

256171Il bacino occidentale del mediterraneo è interessato da un promontorio anticiclonico di natura sub-tropicale con estensione meridiana tale da raggiungere la penisola scandinava dove - da diversi giorni - è presente una cellula di alta pressione in quota che sta determinando temperature eccezionalmente elevate. Tale configurazione barica, sulla nostra penisola, convoglia correnti settentrionali.
Qualcuno dirà: ma l'aria che giunge da nord non dovrebbe essere fresca?
Non sempre è così.
 
Nel periodo estivo la presenza di un blocco anticiclonico determina un riscaldamento dell'aria nei bassi strati per compressione adiabatica dovuta ai moti subsidenti operati dall'elevata pressione atmosferica. In questo frangente la massa d'aria in questione ha origini sub-tropicali, si dirige verso nord scivolando sul bordo occidentale del promontorio sub-tropicale e, dopo aver aggirato il blocco anticiclonico sulla Scandinavia, si presenta sulla nostra penisola con correnti di provenienza settentrionale o nord-orientale (vedi prima cartina in basso). Correnti che, durante il loro percorso, non pescano aria fredda o fresca bensì aria polare calda.
La disposizione settentrionale o nord-orientale della correnti sulla nostra penisola produce effetti differenti in termini di caldo; sul versante tirrenico ad esempio le masse d'aria subiscono un ulteriore riscaldamento grazie ai venti di caduta in discesa dall'appennino (fhoen).
Senza tediarvi troppo diciamo che fino a mercoledì 1 agosto prevarrà la configurazione mostrata sulla prima cartina in basso con un campo di alta pressione ben strutturato sul mediterraneo centro-occidentale, disturbato da una modesta circolazione depressionaria che agirà tra Grecia e Turchia.

297181

Nella seconda parte della settimana la depressione d'Islanda riuscirà a forzare il muro di alta pressione presente sulla Scandinavia, isolando così il promontorio africano sul mediterraneo. L'Europa settentrionale dunque verrebbe interessata - da ovest ad est  da un campo di basse pressioni con pronunciamento di un cavo d'onda sul vicino Atlantico (vedi cartina in basso). Quest'ultimo favorirà una maggiore espansione del promontorio africano sul mediterraneo occidentale con correnti che - sulla nostra penisola - proverrebbero si sempre da nord ma con un giro più stretto. Il caldo - in questa fase - potrebbe subire un'ulteriore accentuazione e divenire molto fastidioso a causa di un elevato tasso di umidità. L'influenza della depressione sulla Grecia rimarrebbe determinando condizioni di instabilità solo durante il pomeriggio.
Al momento non si intravedono vie d'uscite e con tutta probabilità non avremo grossi cambiamenti almeno fino al 10 agosto.

297182

In sintesi dunque possiamo dire che ci attende almeno una settimana caratterizzata da temperature molto elevate, sia nei valori massimi (fino a 34-35°C nelle aree interne) che in quelli minimi della notte con cielo in prevalenza poco nuvoloso ovunque. Qualche rovescio, anche temporalesco, potrebbe interessare le aree montuose solo durante il pomeriggio e localmente estendersi parzialmente ad alcuni settori costieri. Precipitazioni che smorzeranno la calura solo temporaneamente, laddove si verificheranno, accentuando il disagio di caldo nelle ore successive, specie durante la notte.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti in anteprima iscriviti al gruppo facebook; vai qui e clicca sul bottone iscriviti.

Giuseppe Stabile Copyright 2018  Meteocilento - Riproduzione Riservata

42166

 

Articoli popolari

Articoli recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per assicurarti la migliore esperienza di navigazione e per mostrarti messaggi pubblicitari personalizzati.
Per informazioni dettagliate sulla tipologia ed impiego dei cookie in questo sito web ti invito a cliccare sul tasto "Approfondisci".
Se si prosegue alla navigazione su questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.